Appena arrivati a Pantelleria? Alcuni consigli per iniziare le vacanze

Siete appena “sbarcati“ a Pantelleria e non sapete cosa fare prima? Ecco alcuni consigli per dare il via alle vostre vacanze.

Seppur possa sembrare un piccolo territorio, in realtà l’isola è parecchio estesa, per questo è necessario programmare tutte le attività da fare cercando di ottimizzare al massimo i tempi godendo a pieno delle bellezze di Pantelleria e cercando di avere una visione a 360 gradi di tutto ciò che offre.

Una volta arrivati nel vostro dammuso o in albergo, dopo aver stipulato il contratto di noleggio auto o scooter, è necessario avere a portata di mano una cartina dell’isola: vi servirà per orientarvi e per capire dove sono situate le più importanti attrattive turistiche. Se avete prenotato la vacanza tramite un tour operator sicuramente ne sarete in possesso, altrimenti potete scaricarla da qui: mappa di Pantelleria.

I più curiosi avranno già nelle scorse settimane letto online le cose più belle da fare e da vedere a Pantelleria, se invece appartenete a quelli che dell’isola non ne sanno ancora niente forse sarebbe utile che leggeste questo articolo: cosa vedere a Pantelleria.

Bene, adesso che avete le idee più chiare di cosa offre l’isola, il da farsi dipende un po’ da voi:

Una delle prime cose da fare è sicuramente un giro dell’isola in barca. Se arrivate sull’isola in alta stagione vi conviene prenotare il prima possibile il giro dell’isola oppure direttamente noleggiare un motoscafo per farlo in modo autonomo. Per prenotare basta fare una passeggiata sul lungomare, troverete sia chi noleggia imbarcazioni sia chi organizza il giro in barca di gruppo. Se non trovare nessuno basta avvicinarsi alle barche e chiamare il numero di telefono che trovate nei cartelli appesi sulle barche stesse.

Prenotato il giro in barca, se siete fortunati anche per il giorno successivo, potrete raggiungere una delle tante discese a mare e godervi il vostro primo bagno a Pantelleria. Di spiagge, senza sabbia che sia chiaro, ce ne sono tante e avrete solo l’imbarazzo della scelta, ecco quali sono: spiagge a Pantelleria. Occhio a non farvi ingannare dal vento o dalle nuvole: stare sotto al sole nelle ore di punta non è comunque consigliato.
Se pensate di pranzare a mare, potreste comprare le famose pizzette di “Pinuzzo Palermitano”, il panificio più conosciuto situato proprio sul lungomare. Se dovesse esserci brutto tempo, una valida alternativa al mare è il Lago Specchio di Venene oppure un giro dell’isola in auto.

Il giro in barca è però solo una delle tante escursioni da fare sull’isola. Se ad esempio vi piace l’archeologia, il trekking o le immersioni potete prenotare anche quelle, ne abbiamo parlato approfonditamente qui: escursioni a Pantelleria.

Dopo aver fatto il primo tuffo della vacanza potreste tornare a casa, una doccia veloce, e poi via a gustare un tipico apertivo a base di fresco vino Zibibbo accompagnato dai famosi paté di Capperi di Pantelleria. L’aperitivo potrete farlo un po’ ovunque, vi consigliamo nelle cantine e aziende agricole che producono sia vini che prodotti tipici locali.

La prima giornata volge al termine, ma prima di lasciarvi, ci sono altri consigli utili: organizzatevi per il tramonto, perché intorno alle 20 il sole inizia a calare e le coste africane sullo sfondo sono veramente uno spettacolo da non perdere. Cenetta in uno dei tanti ristorantini sparsi per l’isola ad assaggiare i migliori piatti della tradizione culinaria pantesca (cosa mangiare a Pantelleria) e poi una passeggiata nel lungomare sorseggiando un cocktail o gustando un gelato in uno dei tanti bar del borgo. Se per voi la giornata non è ancora finita fate un salto in discoteca: Altamarea o Le Cale.

Ci siamo dimenticati a scrivere qualcosa? Segnalacelo nei commenti.

Foto di copertina: Samuel Gorgone

Lascia un Commento

Scrivi e premi Invio per ricercare